Articoli correlati

2 Comments

  1. 1

    Fernanda

    Condividendo che la vera crescita interiore del discepolo si vede dalla sua capacità di amare spontaneamente, vorrei aggiungere che, a mio sentire, è strettamente correlato al “giudicare “. Perché quando giudichiamo qualcuno stiamo ponendo divisioni tra noi e l’altro e ci sentiamo autorizzati ad amarlo in proporzione alla stima che ne consegue, evidente errore, l’amore che espandiamo deve essere infatti come i raggi solari, che arrivano dovunque, senza discriminazioni.

    Reply
  2. 2

    Davide

    Comprendo con la mente, ma non riesco a stabilire questa legge in modo incondizionato nel mio cuore. La lotta interiore è terribile e solo in qualche momento riesco a ricevere quel libero afflusso di energia. Il giudizio è pressoché inseparabile dal pensiero razionale. Vorrei saper vivere “come l’erba che cresce sugli argini del fiume”, scriveva WB Yeats, ma anche lui sapeva di non riuscire fino in fondo. Forse, l’importante è seguire l’ideale e tentare di fondersi con esso il più possibile, senza scoraggiarci troppo per i limiti della nostra natura umana.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2014 Powered By Amon Design