Articoli correlati

One Comment

  1. 1

    Bianca

    Invio un mio scritto in sintonia, tratto dal testo “Sul Sentiero II – L’aspirante e l’alchimia interiore” di Bianca Carelli.

    Principi ispiratori sul Sentiero

    L’uomo sul Sentiero arriva gradualmente ad alcuni principi che ispireranno il mondo dei suoi pensieri e la sua vita esteriore, di cui essa è un riflesso.

    In sintesi, che ogni atto umano sia “amore in azione”:
    – originato dalla Volontà-di-bene e dal Proposito spirituale;
    – ispirato e sorretto dall’ Amore-saggezza
    – svolto con Intelligenza.

    Ciò in armoniosa corrispondenza con i primi tre raggi della creazione: Volontà, Amore, Intelligenza (Padre, Figlio, Spirito Santo).

    I Principi sono in ordine alfabetico per facilitarne la consultazione.

    Adesione al Piano
    L’adesione al Piano renda puro ed efficace ogni processo o azione, poiché in sintonia con l’Intento Maggiore, che verrà recepito sempre più chiaramente. Essa riguarderà tutto il percorso: dalle aspirazioni e motivazioni, seriamente valutate, all’uso dei mezzi, scelti con discriminazione, alle modalità dei procedimenti, al distacco emotivo dai “frutti dell’azione”.
    Lavoro costante illuminato dalla Discriminazione permetterà di attraversare “la porta stretta” dell’Iniziazione:
    “Quanto strette sono la porta e la via che conducono alla vita e quanto pochi quelli che la trovano!” (Mt. 7, 14)

    Armonia
    Si perseguirà l’Armonia, intesa come equilibrio tra le dualità e sintesi degli opposti, al fine di creare e sostenere l’unità nella diversità.
    La conciliazione degli opposti operata dall’Anima darà origine a un terzo punto di sintesi superiore, che conterrà entrambi i poli; si diventerà così “costruttori di Triangoli”:
    “La vera realtà è l’Armonia e la Bellezza di Dio che deriva dall’unità” (Fratellanza, vol. II).

    Bellezza
    Si ricercherà la Bellezza, oltre che nella natura e nelle opere artistiche del passato e del presente, anche nel dire e nel fare quotidiani.
    Le azioni del vivere comune saranno improntate ad una gioiosa e autentica Creatività e mireranno a rendere la vita di ciascuno “un’opera d’arte” in perenne divenire:
    “Il Bello è il riverbero dell’Infinito sul finito, è Dio intravisto” (I. Kant); “Il segno della Bellezza aprirà le Sacre Porte” (Morya).

    Compassione
    L’uomo risvegliato diventa sempre più compassionevoli, e aspira che gli altri esseri, che riconosce ora come fratelli sul medesimo percorso, siano liberi dalla sofferenza.
    L’attaccamento e l’odio vengono diluiti nel “crogiolo del cuore” per l’accresciuta sensibilità e il maggior senso di Unità:
    “Prima che l’Anima possa stare alla presenza dei Maestri, i suoi piedi devono essere lavati nel sangue del cuore.” (Mabel Collins, La luce sul Sentiero)

    Complessità della costituzione umana
    Sia riconosciuta evidente la complessità della costituzione umana.
    L’uomo ha vari corpi (fisico, emotivo, mentale, spirituale) a diversi stati di densità, che gli sono necessari per compiere le sue esperienze sulla Terra. Con essi egli si identifica, prima di riconoscersi nel Sé immortale; alla sua morte essi si disgregano con modalità e tempi diversi.

    Cooperazione
    La spontanea tendenza alla Cooperazione sia il chiaro riconoscimento di un’anima evoluta, che collabora impersonalmente al progresso e all’irradiazione del gruppo.
    In tale condizione sarà possibile:
    – riconoscere le potenzialità e cogliere il valore profondo di ogni singola parte dell’insieme;
    – affidare ad ogni individualità la sua particolare funzione nel gruppo, così che i suoi talenti possano essere utilizzati nel Servizio.
    “Una maestosa unità regna nell’universo come legge potentissima…Solo chi la rispetta può veramente cooperare con il Cosmo” (Fratellanza, vol. II).

    Coraggio
    Il Coraggio (da cor, quindi: la virtù del Cuore) sarà la qualità che sostiene vigorosamente ogni azione e ogni conseguimento.
    Che esso nasca dalla certezza della Verità perseguita; dalla constatazione di potersi giovare del sostegno delle Forze spirituali; dalla devozione all’Opera:
    “Il coraggio e l’amore sono le uniche virtù indispensabili; esse manterranno vive l’anima anche se tutte le altre dovessero addormentarsi o venire eclissate.” (Sri Aurobindo)

    Cultura
    La Cultura sarà considerata strumento di consapevolezza e di evoluzione, che libera l’uomo; attraverso di essa l’umanità potrà accedere e stabilmente situarsi al piano mentale superiore.
    Si diffonderanno pertanto gli insegnamenti dei grandi Istruttori dell’umanità: filosofi, innovatori sociali e politici, artisti e filantropi, teosofi e spiritualisti senza settarismi né separativismi:
    “Cultura è equilibrio intellettuale, riflessione critica, senso di discernimento, aborrimento di ogni semplificazione, di ogni manicheismo, di ogni parzialità.” (Norberto Bobbio)

    Discernimento
    La Discriminazione sarà riconosciuta come evidente nota dell’Anima, che percepisce il momento più opportuno, le modalità più efficaci e i ritmi più adatti per l’azione di servizio al Piano.
    L’uomo evoluto conoscerà i periodi in cui operare, rilevando le forze, le energie e gli influssi, per utilizzarli a scopo evolutivo:
    “L’assenza di discernimento è Māyā, la proliferazione che è fondata sulla non percezione della vera realtà. (Kṣemarāja comm.)

    Dolore
    Sul Sentiero si avverte che il dolore è causato dall’identificazione nella forma; la sua funzione evolutiva è quella di risvegliare e raffinare la coscienza:
    “Il dolore è la lotta per salire attraverso la materia…il dolore è lo sgretolarsi della forma perché divampi il fuoco interiore” (Alice A. Bailey, Trattato di Magia Bianca)
    Anche nel dolore l’uomo risvegliato avverte la sensazione gioiosa, più nascosta, di appartenere al grande Progetto della vita e cerca di utilizzare nella vita e nelle relazioni l’essenza che ha saputo trarre dalle esperienze personali:
    “Virtus in infirmitate perficitur, la virtù si perfeziona nel dolore (Paolo, Cor. 12,7-10)

    Educazione
    L’Educazione (e-duco, porto fuori, faccio emergere) mirerà allo sviluppo delle qualità dell’anima promuovendo maieuticamente:
    – potenzialità e doti necessarie al progresso umano e spirituale;
    – motivazione a processi di autoeducazione permanente.
    “L’illuminazione è lo scopo principale dell’Educazione.” (A. A. Bailey, L’Educazione nella Nuova Era)

    Etica
    Si mirerà, nel perseguire fini specifici o particolari, ad agire in riferimento ai Fini etici maggiori ed alla Visione unitaria globale, affinché la parte sia armonizzata con il tutto: “Pensare globalmente, agire localmente”.
    Ogni tematica che riguardi l’uomo sarà considerata come propria:
    “Homo sum; nil humani a me alienum puto: Sono un uomo; non considero niente di umano alieno da me”. (Terenzio)

    Fratellanza
    Il sentimento profondamente vissuto di Fratellanza sia riconosciuta come l’unica scelta per una svolta decisiva verso un mondo di Pace e di Realizzazione; si rifiuti pertanto ogni separativismo ideologico confessionale, nazionalistico, razziale, economico, sociale.
    Che la Fratellanza sia la regola ovvia e naturale in un Pianeta che evolve secondo la Legge dell’Amore magnetico, accelerando sempre più la sua vibrazione:
    “L’amore è la forza che guida i mondi e li conduce all’integrazione, all’unità e all’inclusività, costringendo la divinità stessa all’azione” (A. A. Bailey).

    Gioia
    La Gioia sarà la caratteristica dell’uomo che ha compreso.
    La consapevolezza del destino glorioso che l’attende vivificherà le sue energie e la vita avrà per lui il senso di un percorso verso la Luce, intravista sempre più chiaramente nell’ossequio alle Leggi dell’Universo, fuori e dentro di sé:
    “ … la nostra consapevolezza di lavorare per qualcosa di immenso e sublime ci colmerà di ispirazione, di coraggio e di gioia” (Omraam Mikhaël Aïvanhov, Pensieri quotidiani)

    Gratuità
    La Gratuità sia norma comune di comportamento interiore.
    Dare e ricevere saranno sentite attività complementari poiché si comprenderà che chi dà, riceve e che ogni ricchezza donata (beni, tempo, denaro, affetto) torna maggiorata al donatore stesso:
    “Nel dare ricevo”.

    Intuizione
    L’Intuizione (in tueri, guardare dentro) sia opportunamente stimolata e valutata, individualmente e in gruppo, come accesso al mondo spirituale delle Cause e strumento di conoscenza superiore. A livelli elevati, l’Intuizione è la capacità dell’uomo illuminato, che “vede, sente, sa e fa” contemporaneamente, poiché – cogliendo con immediatezza il senso profondo delle cose – agisce di conseguenza nella realtà con l’intima sicurezza di fare ciò che è Meglio poiché connesso con il Superiore:
    “Ogni individuo intuisce giustamente di condividere la stessa natura dell’Atman, ma distorce tale intuizione applicandola al suo sé separato” ((Ken Wilber, Il progetto Atman)

    Libertà
    La Libertà riguarda la coscienza evolvente che sceglie volontariamente e gioiosamente la Sovranità dell’Anima.
    Non consiste nell’autodeterminazione relativa della personalità (“sia fatta la mia volontà”), come si intende comunemente in senso profano, ma nella libertà dalla personalità, che si sottomette volontariamente e gioiosamente al Sé superiore per servire il Piano divino (“sia fatta la Tua Volontà”):
    “E ‘n la sua volontade è nostra pace” (Dante Alighieri, Paradiso, canto III)

    Pace
    Si coltivi la Pace tra singoli individui e gruppi umani, intesa come costante disposizione al dialogo fraterno.
    Essa nasce dall’interno e si fonda sulla Cooperazione e sul Dialogo realizzati in funzione della comune Meta evolutiva:
    “Se vuoi la pace, prepara la pace”.
    “Le vie sono diverse, la meta è unica [ …] Quando la gente vi giunge, le dispute e le controversie che sorsero durante il cammino si appianano; e chi si diceva l’un l’altro durante la strada ‘tu sei un empio’ dimentica allora il litigio, poiché la meta è unica.” (Gialal al-Din Rumi)

    Pensiero creatore
    Il Pensiero è creatore di realtà; è necessario pertanto studiare le Leggi del Pensiero, per un utilizzo sempre più consapevole di questa energia, per il progresso individuale e per quello dei gruppi umani :
    “L’energia segue il pensiero” (Saggezza antica)
    “Semina un pensiero, raccoglierai un’azione
    Semina un’azione, raccoglierai un’abitudine
    Semina un’abitudine, raccoglierai un carattere
    Semina un carattere, raccoglierai un destino”
    (Saggezza antica)

    Politica
    Si ricondurrà la Politica al senso etimologico più profondo di polis ethikòs, etica della città; il governo dei Paesi sarà affidato ad illuminati cui stanno a cuore il progresso civile, umano e spirituale dei popoli.
    Il futuro dell’umanità unita prevederà l’instaurarsi della Cittadinanza e del Governo Mondiale, che ripudieranno come obsoleti i nazionalismi-separativismi:
    “Vi chiedo…di cercare di pensare in termini di un’unica famiglia, un’unica vita, ed un’unica umanità” (Maestro Tibetano Djwhal Khul).

    Prassi
    L’opera dell’uomo che ha compreso sia ispirata al più elevato senso del “Pragmatismo spirituale”: vigile all’insegnamento dell’anima ma attenta alla Terra.
    Il compito di tale uomo sarà quello di recepire i messaggi superiori e di concretizzare le parti di Piano intraviste; di “materializzare lo Spirito e spiritualizzare la materia” instaurando così “il Regno di Dio sulla Terra”:
    “Solo quando tramutiamo le lezioni apprese sui piani interiori in conoscenza pratica, esse entrano a far parte della nostra esperienza e non sono più semplici teorie…(Alice A. Bailey, Trattato di Magia Bianca, Regola X)

    Propositi evolutivi di Gruppo
    Ciascuno si curerà, con ogni mezzo di cui dispone, di sostenere i Propositi evolutivi sia dei membri del gruppo cui appartiene che dei fratelli più lontani, considerando tali aspirazioni al progresso come l’unica possibilità di vera evoluzione e di vera ricchezza, su tutti i piani, per l’umanità futura.
    Si favoriranno pertanto le situazioni più idonee per lo sviluppo di singoli e gruppi umani; ciò avverrà nel rispetto del libero arbitrio dell’altro:
    “Il Proposito guidi i piccoli voleri degli uomini” (La Grande Invocazione)

    Responsabilità
    Il viandante sul Sentiero senta fortemente il richiamo del Dovere e della Responsabilità, che permettono il raggiungimento del Bene maggiore per il maggior numero possibile.
    Tali richiami saranno avvertiti come la voce dell’anima, la quale incita alla cura dell’altro da sé e alla donazione spontanea e generosa:
    “Il dovere…è il perfezionamento morale che porta alla costruzione di se stessi e dell’umanità come organismi integrati” (G. Mazzini, Doveri dell’uomo).

    Retti Rapporti
    Le relazioni tra gli uomini siano regolate dalla Legge dei Retti Rapporti; il loro instaurarsi e strutturarsi richiederanno lo sviluppo di qualità caratteristiche della Nuova Era:
    – Inclusività: accoglienza amorevole di ognuno, affine o “diverso”;
    – Innocuità: l’attenzione a “non nuocere”, nel senso attivo di favorire lo sviluppo di aspetti e potenzialità evolutive;
    – Impersonalità: riconoscimento dell’anima, attraverso e oltre la forma della personalità.
    “Chi ha compreso che il mondo è un’unità ha ben chiara l’assurdità che le singole parti di un tutto si facciano del male reciprocamente.” (Hermann Hesse)

    Sacralità della Vita
    Sia sempre più chiaramente avvertita la Sacralità della vita, riflesso della Vita Maggiore. Ogni atto esteriore, anche semplice e quotidiano, sia vissuto come “sacro” e ogni manifestazione materiale diventi simbolo evocante di Bellezza; chi li compie mantenga interiormente uno stato di coscienza elevato e l’intenzione di trasmettere in essi l’energia e la luce dell’anima:
    “…strutturare la propria vita con chiarezza cristallina attraverso pensieri, parole e azioni, è essenziale per vivere una vita al pieno delle sue potenzialità. (B. Marciniak La Via del Risveglio Planetario)

    Scienza
    La Scienza sarà considerata “sacra”, poiché al servizio dell’evoluzione fisica, emotiva, mentale e spirituale dell’uomo e del ben-essere dei tre regni di natura.
    Essa riconosca che l’uomo è un essere vivente in evoluzione che vive in intima comunione con un Pianeta anch’esso vivente e in evoluzione, che va onorato insieme a tutte le creature che ospita:
    “Per tutti i gradi e i tipi di atomi c’è pure un proposito. C’è una meta per l’atomo chimico, c’è un punto d’arrivo per l’atomo umano, l’uomo. L’atomo planetario dimostrerà pure un giorno il suo proposito basilare e la grande Idea che sta dietro al sistema solare sarà a sua volta rivelata.” (Alice A. Bailey, La coscienza dell’atomo)

    Sette Raggi della Creazione
    Sia riconosciuto che L’Universo è governato dai sette Raggi della Creazione, che sono presenti anche nella costituzione dell’uomo: Raggio della Volontà e del Potere; dell’Amore-Saggezza; dell’Armonia tramite il conflitto; dell’Intelligenza attiva; della Scienza; della Devozione; dell’Ordine e Cerimoniale. Nell’Età dell’Acquario si rafforzerà l’influsso del Settimo Raggio:
    “La funzione cosmica principale del Settimo Raggio è quella di compiere l’opera magica, di fondere insieme Spirito e Materia, in modo da produrre la forma manifestata per mezzo della quale la Vita svelerà la Gloria di Dio.” (Alice A. Bailey, Trattato dei sette raggi)

    Trasmutazione
    L’Uomo risvegliato rifiuta di lasciarsi influenzare dalle forme degradate che ci circondano e, attraverso costanti “divini adeguamenti”, eleva costantemente, con un atto di volontà focalizzato nella Mente ed alimentato dal Fuoco del Cuore, le realtà grevi e banalizzate dall’uso improprio, agli Archetipi divini originari, per favorire la manifestazione del Piano per la Terra:
    “L’irradiazione d’Amore nei tre piani dell’impegno umano tramuta l’oscurità in luce, l’ignoranza in saggezza, la discordia in Armonia” (L. Cedercrans, Il Pensiero creativo);
    “Trasformatevi rinnovando la vostra mente, per poter discernere la volontà di Dio, ciò che è buono, a lui gradito e perfetto” (Paolo, Rm. 12:2)

    Verità
    Ci si ispiri alla Verità nella ricerca, nelle motivazioni e nelle modalità dell’agire quotidiano, superando dogmatismi e fideismi, pregiudizi e preconcetti, parzialità e separatismi, convenzionalismi e utilitarismi.
    Tale tensione sia sempre sostenuta dall’Amore:
    “Non intratur in veritatem nisi per charitatem: Non si entra nella Verità se non attraverso l’Amore” (Paolo di Tarso, Prima lettera ai Corinti, 13).

    Virtù
    Le virtù (da vir, uomo), nel senso di complesso delle più alte qualità dell’Uomo, siano considerate indispensabili caratteristiche da perseguire dal vero essere umano:
    “…fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza” (Dante Alighieri, Inferno, canto XXVI).

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2014 Powered By Amon Design