Le Quattro Feste dell’Anno

– Meditazione Solstizio d’Inverno
– La Meditazione della Pasqua – L’Equinozio di Primavera
– Wesak – La Festa della Luce
– Giornata Mondiale di Invocazione

Questi sono i principali appuntamenti dell`anno, sono quattro incontri che si svolgono in corrispondenza dei Pleniluni.

Per comprendere l’importanza dei Pleniluni bisogna entrare in quel vasto campo che è chiamato “Scienza delle Energie” e riappropriarci di quella dimensione perduta della vita quale è il CICLO .
Accantoniamo momentaneamente il concetto di Tempo (che è legato alla Terra, in cui ogni momento è uguale a tutti gli altri) per rivolgerci al concetto di CICLO (un giorno è un ciclo, un mese, un anno, un secolo, una vita sono CICLI) in cui ogni istante è segnato da particolari concentrazioni di energia .

Nel ciclo solare dell’anno ci sono 12 Pleniluni, 12 punti che rappresentano il momento in cui la spinta dell’energia verso l’alto raggiunge il suo culmine, il momento in cui la Luna non ha influenza ma riflette totalmente la luce del Sole, lacia libero il passaggio alle energie Solari, permettendo un rapporto diretto e privo di ostacoli tra la Terra e il Sole.

Il Plenilunio è un momento in cui le energie solari ed extraplanetarie possono arrivare a toccare la Terra con maggiore intensità, e la meditazione svolta al Plenilunio (quando sia correttamente effettuata) permette di aprire un canale e di accedere a energie normalmente non accessibili.

Tra i Pleniluni ve ne sono 3 che appartengono al punto del ciclo dell’anno di massima energia che sono :
Il Plenilunio dell’Ariete, legato alla Pasqua.
Il Plenilunio del Toro, legato al Wesak. Il Plenilunio dei Gemelli, legato alla Giornata Mondiale dell’invocazione e dei giusti e retti rapporti umani.

Un altro momento importante è rappresentato dal Solstizio d’Inverno, legato al Natale e al Plenilunio del Capricocorno.

E’ il vero Capodanno, è l’inizio dell’anno solare, il momento in cuiil Sole torna a salire verso Nord e da sempre è stato associato all’avvento di un Salvatore, alla nascita di un Figlio di Dio, destinato a portare luce e speranza all’Umanità.

In questo momento la Divinità si incarna nella materia, nella natura un seme viene messo nella terra affinchè possa germogliare, fare frutti e nutrire.

Noi possiamo approfittare di questo momento in cui l’energia è bassa, ricettiva per piantare un seme, un proposito, un’intenzione che vogliamo realizzare nell’anno che verrà, sapendo che questo sarà un grosso aiuto, ma che poi dobbiamo lavorare e coltivare la terra affinchè possiamo raccoglierne i frutti.

2014 Powered By Amon Design